info@metrocubo.com

amedia

pulire divano in pelle

by amedia |17 Febbraio 2020 |0 Comments | Senza categoria | , , , , , ,

METROCUBO idee mobili consiglia

Come pulire divano in pelle: consigli pratici e metodi naturali

Una macchia di caffè, un segno di biro o una traccia di sporco ostinata: come pulire la pelle dei divani, delle borse o delle scarpe preferite senza rovinarla? Provate uno dei nostri metodi, infallibili e tutti naturali.

Come pulire divano in pelle: in tema di pulizie domestiche, uno degli argomenti più ostici da affrontare è la pulizia degli oggetti in pelle come ad esempio i divani.

Qualunque oggetto in pelle –  che si tratti di un divano, di un capo di abbigliamento, di un paio di scarpe o una borsa o degli interni dell’auto – necessita di una pulizia periodica specifica per evitare che col tempo il suo aspetto cominci a deteriorarsi.

Essendo un tessuto naturale, inoltre, la pelle ha bisogno di essere detersa, nutrita e ‘coccolata’ con prodotti specifici.

Un consiglio di MetroCubo idee mobili è di come pulire un divano in pelle e cosa vi serve:

Tutto quello di cui avrete bisogno per riuscire ad imparare come pulire e smacchiare la pelle senza fatica è:

  • Una spazzola per capi in pelle
  • Latte scremato
  • Gomma da cancellare (preferibilmente gomma pane)
  • Aceto di vino bianco
  • Sapone neutro
  • Acqua

Come pulire divano in pelle: cosa fare

Consiglio: per prima cosa accertatevi che il vostro capo o oggetto sia in vera pelle e che non si tratti di eco-pelle o materiale similare che potrebbe aver bisogno di trattamenti diversi.

Spazzolate quindi accuratamente il capo o l’oggetto per rimuovere la polvere e lo sporco più evidente

  • nel caso si tratti di divani o poltrone, aiutatevi con un aspirapolvere e una spazzola apposita.

Imbevete un batuffolo di cotone nel latte scremato (va bene anche il latte detergente per la pulizia del viso) e passatelo delicatamente su tutta la superficie.

Otterrete sin dalla prima passata un effetto detergente e lucidante molto evidente.

Ricordate che il latte freddo è anche il metodo più indicato per eliminare dalla pelle le tracce di biro o di trucco.

Per le tracce di sporco e di polvere che tendono ad accumularsi su divani e poltrone, prima di procedere al trattamento scelto, lasciate agire per qualche minuto della polvere di bicarbonato direttamente sulla zona da trattare e rimuovetela delicatamente con un panno in microfibra.

Come trattare le macchie più ostinate sui divani in pelle

In caso di macchie ostinate, procedete con l’ausilio di una gomma da cancellare, sfregando sulla macchia con delicatezza e tamponando con l’ovatta una volta rimossa.

Se lo sporco risultasse particolarmente resistente ai precedenti trattamenti, preparate una soluzione di acqua tiepida e sapone neutro e procedete ad una pulizia ancora più approfondita con l’aiuto di una spugna. Risciacquate al termine e tamponate il capo con un panno morbido per asciugare.

MetroCubo idee mobili Suggerisce: se nonostante i vostri sforzi e i numerosi tentativi la macchia è ancora lì? lasciate agire qualche goccia d’aceto per pochi minuti e risciacquate immediatamente. Per sicurezza, provate prima il trattamento su una parte nascosta dell’oggetto.

Lo sapevi che puoi fare quasi tutte le pulizie con… Aceto e bicarbonato!

Bonus Mobili e Arredi

by amedia |30 Gennaio 2020 |0 Comments | Senza categoria
info@metrocubo.com

BONUS MOBILI E ARREDI

 

Prorogato per il 2020 il Bonus mobili, arredi ed elettrodomestici.

Il Bonus Mobili è stato prorogato dal Governo italiano anche per tutto l’anno solare 2020. Agevolazione finanziaria che ha riscosso notevole successo finora, consiste nella detrazione Irpef 50% del prezzo di acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, quando si opera una ristrutturazione edile.

Elettrodomestici che rientrano nel bonus mobili

Anche in questo caso, gli elettrodomestici acquistati devono essere rigorosamente nuovi. Non sono ammessi dunque acquisti di macchinari presso mercatini dell’usato.

L’acquisto dei seguenti elettrodomestici determina il diritto all’agevolazione fiscale:

frigoriferi, congelatori, altri elettrodomestici per la cura e la conservazione del cibo a basse temperature, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi per la cottura, forni, forni a microonde, grandi elettrodomestici necessari per la cottura dei cibi, apparecchi elettrici di riscaldamento, ventilatori elettrici

Tutti gli elettrodomestici indicati devono appartenere alla classe energetica A+, indicata con un etichetta sul prodotto. Fanno eccezione i forni che possono appartenere anche alla classe A.

Mobili che rientrano nel bonus mobili

I mobili che sono compresi nell’elenco e che determinano il diritto all’agevolazione, sono:

divani, poltrone, armadi, letti, materassi, comodini, sedie,  tavoli, mensole, librerie, scrivanie, cassettiere, apparecchi di illuminazione, mobili per il bagno

Inoltre, è importante sottolineare che i mobili devono essere nuovi e che mobili acquistati possono anche essere relativi ad una stanza diversa da quella sottoposta a ristrutturazione.

Scopri i nostri Ambienti